Avevano spento anche la luna. Graphic novel di Sepetys Ruta; Donkin A. (cur.) - Bookdealer | I tuoi librai a domicilio
1.299.845,63€  incassati dalle librerie indipendenti
1.299.845,63€  incassati dalle librerie indipendenti
Cerca un libro o una libreria

Avevano spento anche la luna. Graphic novel

  • Autore: Sepetys Ruta
  • Editore: Garzanti
  • Isbn: 9788811006657
  • Categoria: Disegno, arti decorative e minori
  • Traduttore: Scarabelli R.
  • Numero pagine: 176
  • Data di Uscita: 24/06/2022
  • Collana: Edizioni speciali
21,00 €
Facile da trovare

Tab Article

Lina ha appena compiuto quindici anni quando scopre che basta una notte per cambiare il corso di una vita. Quando a ricordarle chi è - chi era - le rimangono soltanto una camicia da notte, qualche disegno e la sua innocenza. È il 14 giugno 1941 quando la polizia sovietica irrompe in casa sua, in Lituania. Lina, figlia del rettore dell'università, è sulla lista nera, insieme a molti altri scrittori, professori, medici e alle loro famiglie. Sono colpevoli di un solo reato, quello di esistere. Insieme alla madre e al fratellino viene ammassata con centinaia di persone su un treno e inizia un viaggio senza ritorno tra le steppe russe. Settimane di fame e di sete. Fino all'arrivo in Siberia, in un campo di lavoro dove tutto è grigio, dove regnano il buio e il freddo. Dove non resta niente, se non la polvere della terra che i deportati sono costretti a scavare, giorno dopo giorno. Ma c'è qualcosa che non possono togliere a Lina. La sua forza. La luce nei suoi occhi. E il suo coraggio. Quando non è costretta a lavorare, Lina disegna. Documenta tutto. Deve riuscire a far giungere i disegni al campo di prigionia in cui è rinchiuso suo padre. È l'unico modo, se ce n'è uno, per salvarsi. Per gridare che sono ancora vivi. Lina non si dà per vinta, giurando che, se riuscirà a sopravvivere, onorerà per mezzo dell'arte e della scrittura la sua famiglia e le migliaia di famiglie sepolte in Siberia.

I librai consigliano anche