Uropia. Il protocollo Maynards di Bargagli Stoffi Pietro - Bookdealer | I tuoi librai a domicilio

Uropia. Il protocollo Maynards

18,00 €
Esaurito

Tab Article

Quanto è realistico oggi il pericolo di una deriva autoritaria in Europa? Che ruolo possono giocare terrorismo e populismo? Massimo Maffei è un traduttore italiano, nato e cresciuto a Monaco di Baviera, dove dirige una piccola ma fiorente agenzia. Quando incontra e si innamora di Anna, una giovane post-dottoranda dell'Università di Monaco, la loro storia d'amore sembra completare la sua vita e renderla perfetta. Non immagina che a causa del suo impegno politico e civile, la tranquilla vita di tutti i giorni a cui è abituato verrà sconvolta per sempre. Devastata dalla persistente stagnazione economica - e in risposta all'onda emotiva provocata dai continui attacchi terroristici e dal crescente populismo nazionalista - i trenta stati che componevano la UE si sono sciolti, fondendosi in un'unica entità statale continentale. L'architetto di questo progetto è il presidente della Commissione europea - l'ungherese Andra? Pordan - che occuperà l'ufficio temporaneo del presidente d'Europa per un anno, gestendo la transizione verso le prime elezioni democratiche pan-europee. Con l'aiuto di un giovane sottosegretario e sostenuto da influenti centri di potere, Pordan non perde l'opportunità tanto attesa. Quando il governo inizia ad applicare le prime misure liberticide nulla sarà come prima: dal momento in cui il principale critico di Pordan - il professore di econometria Jonathan Maynards, amico di Massimo - si candida alle elezioni europee diventando il principale antagonista del presidente, un meccanismo segreto ed inarrestabile si mette in moto contro di lui, coinvolgendo tutti quelli che gli sono vicini. Tra fughe e tradimenti, pericoli e sorprese, su uno sfondo musicale operistico, nemmeno colpi di scena inaspettati sembrano impedire la vittoria di Pordan... Dietro la veste di una fiction, l'autore affronta e sviluppa temi scottanti e di estrema attualità inserendosi prepotentemente nell'odierno dibattito politico e sociale.

I librai consigliano anche

I nostri partner