Fuori piove una canzone di Jannacci di Damato Cosimo Damiano - Bookdealer | I tuoi librai a domicilio
Menu principale

Con ogni acquisto su Bookdealer sostieni una libreria indipendente del territorio.

Fuori piove una canzone di Jannacci
Damato Cosimo Damiano

Fuori piove una canzone di Jannacci

Editore: Compagnia Editoriale Aliberti

Reparto: Letteratura italiana: testi

ISBN: 9788893236393

Data di pubblicazione: 06/12/2023

Numero pagine: 176

Collana: I libri della Salamandra


16,00€
Facile da trovare
Disponibile oggi da 1 Librerie

Sinossi

Con "Fuori piove una canzone di Jannacci" Cosimo Damiano Damato conclude per Aliberti la sua "trilogia dell'amore, delle inquietudini e delle rivoluzioni". Un vero e proprio atto civile d'amore e di anarchia per la poesia come unico antidoto alla deriva esistenziale di quest'epoca. «È possibile che la poesia serva a salvare la vita», scrive nell'appassionata prefazione Ernesto Assante. «Di certo di chi la legge, probabilmente di chi la compone. E quando la poesia, come nel caso di Damato, si lega a doppio filo con la musica, anche se resta doverosamente silenziosa sulla carta, il gioco diventa sopraffino». Damato si conferma un artista visionario e allo stesso tempo carnale che abbiamo imparato a conoscere attraverso le sue opere non solo letterarie ma anche cinematografiche e teatrali. Come ha scritto Angelo Mollica Franco sul Fatto Quotidiano: «Le immagini mentre derubano una realtà universale, inchiodano ognuno di noi come un colpo di pistola e sanno svelare e interpretare i desideri, le mancanze, gli incubi, le aspettative del cuore umano. Una coraggiosa ricerca linguistica». A cogliere il senso di questa «coraggiosa ricerca linguistica» è stato anche Erri De Luca che sulla poesia di Damato ha scritto: «L'amore qui sbaraglia, spoglia e non assomiglia a niente prima. Il vocabolario qui è trattato da energia rinnovabile». Senza dimenticare le preziose, profetiche e seminali versi di Alda Merini dedicata a Damato: «Cosimo, Io e te siamo amici di pietà nascoste... Certamente una nuova specie che nascerà nel futuro». Ad evidenziarne l'aspetto più "rivoluzionario" è stato Raffale Nigro: «Tumultuoso e selvaggio come la sua poesia, che è un flusso di coscienza continuo, una confessione a occhi chiusi». Preziose anche le parole di Alessandro Haber: «La poesia di Damato è potente, è commovente. È uno forte, Cosimo, un uomo che non scherza, un uomo che fa sul serio che vive intensamente quello che scrive». A sancire la musicalità dei versi di Damato l'epilogo della "benedizione" nella postfazione di Stefano Senardi che scrive: «Mi toccherà produrgli un disco».

Prodotti Correlati


Giallofestival 2023
20,00 €
Si fa attendere
Mostra altri

Recensioni dei lettori


5% di sconto sul tuo primo ordine

Registrati gratuitamente e ottieni subito un codice sconto per il tuo primo acquisto.