Nulla, solo la notte di Williams John Edward - Bookdealer | I tuoi librai a domicilio
C'è sempre una libreria vicino a te! Trovala adesso

Nulla, solo la notte

  • Autore: Williams John Edward
  • Editore: Fazi
  • Isbn: 9791259671219
  • Categoria: Letterature straniere: testi
  • Traduttore: Tummolini S.
  • Numero pagine: 144
  • Data di Uscita: 30/09/2021
  • Collana: Le strade
10,00 €
Facile da trovare

Tab Article

«Questa stanza è come la mia anima: sporca e disordinata». L'anima di Arthur Maxley è opaca, stretta nell'incertezza della giovane età e in una biografia familiare amara, dove la protezione dei genitori si è polverizzata quando era ancora un ragazzino. Arthur spende la giornata estiva che fa da cornice a questo romanzo breve a San Francisco; qui ci sono le feste di Max Evartz, dove si beve troppo, e l'amico Stafford Lord, sempre in ritardo e terribilmente lamentoso, un giovane viziato da sogni irrealizzabili. Ma non sono le frequentazioni quanto i pensieri ad affollare la mente di Arthur, frammenti di ricordi di un'infanzia che ha al centro una voragine, una madre perduta senza sapere quale sia stata la causa e un padre, uomo d'affari sempre in giro per i continenti, il quale proprio in questo giorno è in città e propone al figlio un incontro. Ed è allora che le parole non si trovano e quelle che vengono pronunciate sono troppo poche e deboli, in un dialogo che non concede nulla al rapporto tra un genitore e un figlio. È a partire da Luisant's, un club immerso nelle strade della metropoli, che Arthur consuma la notte e la delusione, un cocktail dopo l'altro, con una donna che diventa compagna di solitudini e seduzioni. "Nulla, solo la notte" è l'esordio letterario di John Williams, che, a soli vent'anni, raccontò la giornata di un giovane borghese della California, scrivendo forsennatamente nelle lunghe ore vuote che caratterizzarono la sua esperienza militare in India e Birmania nel secondo conflitto mondiale. Al rientro negli Stati Uniti riuscì, un anno prima di laurearsi, a far stampare il suo primo romanzo, queste prime pagine della carriera di un grande scrittore, osservatore lucido e sensibile della condizione umana, narratore puntuale delle sue fragilità.

I librai consigliano anche