La moda. Una storia dal Medioevo a oggi di Riello Giorgio - Bookdealer | I tuoi librai a domicilio
1.299.845,63€  incassati dalle librerie indipendenti
1.299.845,63€  incassati dalle librerie indipendenti
Cerca un libro o una libreria

La moda. Una storia dal Medioevo a oggi

  • Autore: Riello Giorgio
  • Editore: Laterza
  • Isbn: 9788842099505
  • Categoria: Scienze sociali
  • Numero pagine: 181
  • Data di Uscita: 03/05/2012
  • Collana: Universale Laterza
13,00 €
Esaurito

Tab Article

La moda come processo di individualizzazione e di socializzazione, allo stesso tempo mezzo per differenziarsi dagli altri e forma di condivisione sociale. La moda come mezzo di rappresentazione e di mobilità sociale. La moda è usata per creare un certo look e per apparire diversi da quello che si ritiene di essere. La storia propone molti casi di come la moda sia stata usata continuamente per "reinventarsi" e migliorare la propria condizione sociale ed economica. La moda come relazione fra consumo e produzione. La moda non è solo indossata o consumata, ma è anche pensata, creata, prodotta, venduta e promossa. Il consumatore non è quindi l'incontrastato padrone della moda; piuttosto la moda è un "sistema" di interazione fra differenti forze e attori. La moda come mezzo di differenziazione di genere ed età. La moda è anche uno strumento attraverso cui l'uomo e la donna si differenziano. Oggi pensiamo alla moda come arma della donna, ma, per gran parte della sua storia, la moda è stata più importante per l'uomo che per la donna. Inoltre, la moda nel distinguere l'oggi dal domani crea fratture nel tempo. Spesso queste sono generazionali e vedono la moda come strumento di innovazione sociale in cui il nuovo diventa il "giovane". Nel racconto di Giorgio Riello, il ruolo e lo sviluppo della moda all'interno dei processi di cambiamento storici.

I librai consigliano anche